Crea sito
You are currently browsing all posts tagged with 'umorismo'

Le fate di casa

  • settembre 28, 2015 at 22:26

Mentre ceniamo le bimbe mi raccontano qualcosa del week end.

Tre parole, giusto per farmi contenta, per ovviare al loro solito “Mmmmmm… non mi ricordo…”
Come quando escono o tornano da scuola.
“Amore , cosa hai fatto oggi a scuola??”
Ci sono tre tipiche opzioni di risposta:
A. “Niente.”
B. “Non me lo ricordo.”
C. “Il solito.”
Che manco John Wayne che batte il pugno sul bancone di un saloon è così sintetico.

Ogni tanto c’è la versione C.bis, quella in cui (specialmente la grande)  in non meno di venti minuti ti raccontano per filo e per segno qualcosa di entusiasmante (per loro) avvenuto o ad un cambio dell’ora, o nel tragitto casa-scuola, o all’intervallo, o in una vita parallela in cui sei giunta da poco anche tu a far visita e ti stai chiedendo se a scuola ci vanno loro o qualche alter ego venuto da galassie lontane.

Comunque stasera sono un po’ più loquaci…

“Poi sai che a me piace fare la stylist, allora ho disegnato le fate degli elementi!” mi racconta entusiasta Canterina che, per mia felicità, è a tratti ancora attaccata alla sua parte bambina e si diverte.

“Le fate degli elementi?”

“Sì. ognuna di noi è una fata e io le ho disegnato il suo vestito. Per esempio io sono la fata dell’Acqua.”

“Splendido questo vestito! Che bella fantasia hai, cara la mia Dolece e Gabbana di casa!”

“Vedi? Nanà… anche se la chiamiamo la figlia di Eolo… e tu sai il perchè, è la fata del Fuoco. E Babet quella della Natura.”

“E io? Che fata sono? Quella dell’Aria?” chiedo nella speranza che mi accolgano nel quartetto magico.

“Quella è già in parte Nanà. Tu potresti fareee….. Mmmmmhhh…”

“La fata dei Fiori di Bach!” esclama Babet.
Ridiamo tutte, specialmente per la sua mimica sarcastica e molleggiata.

“E poi Canterina” continua Babet ” le puoi disegnare le boccette dei fiori cucite sul vestito… e lei le spara come armi magiche!” E facendo il gesto tipo Spiderman, urla “CICORY! (chicory) PIUMMMM… WAIT CESNUTUNUT! (white chestnut) PIUMMMM…. MELAGRANA!! (…???)

Babet è una pagliaccia!
Timida fuori, pazzerella in casa.
Mi ricorda in tutto e per tutto me stessa da piccola.
Ha inoltre una risata meravigliosa che metterebbe di buonumore anche il principe del pessimismo.

Ora della nanna e mentre sistemo vestiti e letti e ripeto all’infinito “A lettoooo! Forza! A letto!!” vado a salutare Babet che è di turno nel lettone.
“Notte amore dolce! Ma… chi ha acceso la luce nel mio bagno?!”

“Sei stata tu,  mamma.”

“Io??”

“Certo.”

“Davvero?”

“Sì… non te lo ricordi.”

“No. Non me lo ricordavo proprio.”

“Eh già mamma… è giunta l’Era dell’Alzeihmer!”

Tutto al contrario

  • luglio 15, 2014 at 15:01

“Wonder, sei tornata dal mare con le bimbe! Come va?”

“Bene, pian piano mi sto riprendendo dalla vacanza…”

Pellegrini in vacanza

  • aprile 28, 2014 at 10:49

Sto ripassando storia con Canterina.

Siamo nel periodo della Crociate.
Devo stare attenta, perchè mi confondo e mischio domande sugli egizi che ho posto a Babet fino a cinque minuti prima.

Mi chiedo perchè, avendo già fatto e finito la scuola, mi tocchi studiare ancora storia, una materia che detestavo alquanto, grazie ad una professoressa sadica e tiranna che ribaltava su noi alunni tutti i suoi problemi esistenziali.
E ne aveva parecchi.

“Fu così che iniziarono i pellegrinaggi, cioè i pellegrin,i facendo lunghi percorsi, si recavano a visitare i luoghi sacri e i santuari a loro cari. I cammini potevano durare anche mesi, così nacquero gli ospizi.”

“Ospizi? Non erano ostelli?”

“No, no, mamma, proprio ospizi. Controlla sul libro!”

“Cribbio, hai ragione, pensa te!”

“Eh già. Gli ospizi che al giorno d’oggi sono dei luoghi dove vengono ricoverati gli anziani.”

“Questa non la sapevo! Quindi deriva da lì… dagli ospizi per i pellegrini… che quindi un tempo erano diversi. Com’erano secondo te, Canterina?”

“Beh… erano tipo Bed & Breakfast!”

Fiato sul collo

  • marzo 24, 2014 at 22:58

Canterina 38 di febbre per tutto il giorno.
E’ la terza, dopo di lei dovrei aver finito.

Io di corsa qua e là per tutto la giornata, tipo la pubblicità della Fiesta.

Stasera mi sento come se una lieve, lontana parvenza di influenza mi dicesse:
“Ti sto con il fiato sul collo!!”

… Secondo me ha mangiato pesante.

Quando mi applico… colgo al volo!

  • marzo 21, 2014 at 15:01

Amica:
“PER AVERE COSE MAI AVUTE BISOGNA FARE COSE MAI FATTE.”

“Quindi per avere l’Epatite B devo fare sesso promiscuo con sconosciuti???”

Che c’è?? Ognuno ha i propri obiettivi nella vita…

50 sfumature di Nanà

  • febbraio 17, 2014 at 23:43

Nanà è fuori come un balcone.
Ha preso tutto da sua madre…

Ha un carattere forte e deciso, irriverente e dispotica con le sorelle, entusiasta e meravigliosamente gioiosa per il resto del tempo.

Pimpante e allegra, come se avesse fumato una canna di marjuana, non sta mai ferma, nemmeno a tavola, tant’è che è soprannominata “Signorina pepe nel culo”.
Con tutto il rispetto per il pepe.

Quando torniamo da scuola, per tutto il tragitto urla a squarciagola i nomi dei compagni che incrocia e, se non si girano, la sentono anche in America.

E’ sempre fantasticamente ridanciana.
Starle vicino mette il buonumore anche ad un depresso cronico.

Ogni tanto però ha delle iniziative discutibili.

Ultimamente ha trovato un nuovo sport, di nicchia, non praticato da numerosi infanti, nonchè abolito ormai da decenni nella categoria senior.

Lo pratica esclusivamente a scuola e, dopo assidui allenamenti, ne è oggi diventata ufficialmente campionessa olimpica!

Di cosa?

Ma del poco conosciuto “Taglio i pantaloni con la forbice”!!!

Uno sport che lascia la mamma decisamente senza parole.
E forse è molto meglio che non me ne vengano…

Quando aiutano la tua autostima…

  • febbraio 13, 2014 at 00:50

Dopo due assenze, stasera ho ripreso le lezioni di yoga-avvitamento legalizzato.

All’uscita l’insegnante mi dice:
“Stasera è la prima, dopo parecchi mercoledì sera, che non piove.”

“Perchè son venuta io a portare un vento di aria buona!” rispondo ridendo.

“Comunque tu devi venire a yoga!”

“Perchè mi fa bene? Perchè porto il bel tempo??”

“Perchè riesci ad aprire e chiudere il lucchetto della scuola!”

La lucidità non mi perde mai

  • febbraio 10, 2014 at 01:54

Ore 23.00

Sto guidando in autostrada, dopo un leggerissima cena vegana a base di lesso con salsa verde, passatelli in brodo di carne e torte rustiche e burrose fatte in casa da amiche a cui indubbiamente piace cucinare.

Sono in piena fase guidator-digestiva che sfugge l’abbiocco.

Già la parola “lucida” non mi si confà decisamente, poi ci si mettono pure i cartelli elettronici di buon auspicio:
“IL COLPO DI SONNO NON TI AVVISA!”

………
Beh, se è per questo nemmeno il colpo di culo.

Cuginetto Houston

  • novembre 20, 2013 at 19:37

Cuginetto It a zia Wonder:
“Zia! Io sono la navicella spaziale e tu devi fare Houston, occhei?!?!?!”

“Occhei.”

“Houston! Houston! Abbiamo un problema!!!”

“Bene! Se ne hai solo uno sei fortunato!!”

Zia Wonder viene etichettata come monella ed esclusa dal gioco.

Questi bambini di oggi non hanno il senso dell’umorismo…

Aria viziata

  • novembre 15, 2013 at 21:57

Rileggevo il post sottostante e pensavo
Che vita lunga, allora, se sei asmatico…

Poi mi sono insultata da sola.